La caduta di capelli
Cos'è
Tipologie
Rimedi

Caduta di capelli: Di cosa si tratta

La caduta di capelli, fino a un centinaio al giorno per le chiome più folte, va considerata un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura. Crescita, caduta e ricrescita dei capelli, è un ciclo che si ripete circa 20 volte durante l’esistenza di un individuo. In certe persone, in genere donne, la durata di ogni ciclo può raggiungere i 6 anni.

Fino a quando la caduta dei capelli rientra nei confini di questo ciclo di ricrescita non deve preoccupare e va considerata del tutto naturale, ma se il rapporto fra capelli in fase di crescita e capelli in fase di involuzione, o prossimi alla caduta, si sbilancia in favore di questi ultimi, significa che siamo in presenza di una caduta di capelli anomala.

A questo punto bisogna appurare se si tratta di un fenomeno temporaneo, legato a fattori contingenti (emotivi, alimentari, ambientali, ecc.), oppure se la caduta di capelli ha cause più importanti e durature.

Caduta di capelli: Tipologie

Districarsi fra le varie forme che la perdita di capelli può assumere a seconda delle cause e delle aree del cuoio capelluto che vengono colpite non è semplice. Riportiamo qui di  seguito costituiscono una mappa per orientarsi meglio ad acquisire informazioni sulle cause e i rimedi per caduta dei capelli:

  • Caduta dei capelli stagionale: aumenta in modo fisiologico in autunno e primavera;
  • Stempiatura e diradamento capelli: assumono forme differenti nell’uomo e nella donna;
  • Tipi di Alopecia: temporanee e cicatriziali;
  • Alopecia androgenetica o Calvizie: caduta dei capelli ereditaria;
  • Alopecia seborroica: caduta di capelli provocata dal sebo in eccesso;
  • Alopecia da stress (psicogena): il ruolo dei fattori psicologici e delle tensioni nervose prolungate nel tempo;
  • Alopecia da Tricotillomania: caduta di capelli causata da trazione o strappi di tipo maniacale;
  • Effluvio Telogen: perdita di capelli reversibile;
  • Defluvio Telogen: perdita di capelli irreversibile;
hair loss

Caduta dei capelli: Rimedi

Per molti che evitano di affrontare la caduta capelli per incoscienza o debolezza caratteriale, ve ne sono altrettanti che ricorrono a metodi “fai da te” o rimedi tradizionali, con risultati più o meno apprezzabili, o a rimedi farmacologici oppure a rimedi tricologici.

I tentativi più comuni di rimediare alla caduta dei capelli fanno uso di:

  • Alimentazione e dieta equilibrata: la cura e l’attenzione nella scelta dei cibi e nell’apporto di adeguate quantità di proteine, vitamine e oligoelementi, contribuisce certamente alla salute della capigliatura. La cura nell’alimentazione, però, non può essere considerata un rimedio anticaduta;
  • Integratori alimentari: sono efficaci quando sopperiscono a una dieta carente di sostanze adeguate o a difetti di sintesi metabolica. In questi casi sono utili a rinforzare i capelli, ma raramente sono in grado di arrestare o limitare sensibilmente il diradamento che nella maggior parte dei casi ha cause genetiche o psico-fisiche;
  • Trattamenti alla cheratina per capelli. È risaputo che i nostri capelli sono formati in prevalenza di cheratina, perciò molte persone pensano che aumentando l’apporto di questa proteina i capelli crescano forti e in grado di resistere alla caduta. tali trattamenti sono utili ma non risolutivi come cura anticaduta
  • Impacchi e maschere per capelli: Rinforzano i capelli e costituiscono un buon rimedio per affrontare casi di lieve indebolimento. Quando però il problema dei capelli fragili, fini e sfibrati, è grave e l’assottigliamento minaccia di trasformarsi in diradamento dei capelli allora è necessario intervenire con trattamenti tricologici mirati.
  • Trattamenti farmacologici: I prodotti a base di finasteride costituiscono rimedi farmacologici contro la caduta dei capelli che hanno dimostrato una certa efficacia. Il finasteride è un farmaco di sintesi realizzato inizialmente con l’obiettivo di curare il cancro alla prostata e che, un po’ a sorpresa, si è poi dimostrato utile a contenere la perdita dei capelli.
  • Trattamenti Tricologici: servono a purificare il cuoio capelluto liberandolo dalle scorie e dalle impurità (a cominciare dal sebo in eccesso e la forfora) che lo rendono un “ambiente” poco ospitale per la crescita di capelli sani e resistenti. In questo senso i trattamenti vanno considerati rimedi correttivi per rinforzare i capelli e stimolare la ricrescita. A questi si affiancano prassi igieniche che mirano a igienizzare la cute predisponendola ad accogliere i trattamenti.