La depressione aumenta i tumori urologici

La depressione aumenta i tumori urologici

- aprile 20, 2017

Mentre era già nota la relazione diabete-disturbi depressivi, gli psichiatri non hanno dubbi. Oltre il 7% di persone con un infarto a distanza di due anni sviluppa un episodio depressivo severo. Non solo: è ormai accreditata anche l’associazione fra psiche e patologie urologiche, tanto che un recente studio, che ha riguardato 60 mila persone con disturbi depressivi o d’ansia, ha dimostrato in questi pazienti una probabilità superiore del 4% di sviluppare un tumore dell’apparato urologico.

A sostenere questa tesi è la Società Italiana di Psichiatria che con la collaborazione dei medici di medicina generale SIMG ha avviato un percorso condiviso con cardiologi, diabetologi, oncologi, cardiologi, urologi e altre specialità con l’obiettivo di riconoscere la possibile interazione fra disturbi di ordine depressivo e problematiche di altra natura, a vantaggio anche di un aumento della quantità e della qualità di vita: “Solo 1 su 3 con disturbi psichici si cura, tanto che solo 1 milione di persone è in trattamento e ancora non riusciamo a diagnosticare, prima dei due anni, un vero episodio depressivo e soprattutto non riusciamo a convincere le persone a curarsi”, dichiara Claudio Mencacci, presidente della Società Italiana di Psichiatria.

Written by Giam Pharma