VENE VARICOSE
Cause
Sintomi
Terapia

Varicose veins: What it is

Le vene varicose (o varici) sono vene dilatate che possono apparire di color carne, viola scuro oppure blu. Spesso somigliano a dei cordoni e si presentano ingrossate e tortuose, si gonfiano e si rilevano sulla superficie della pelle.

Le vene varicose sono comunemente localizzate sulla parte posteriore dei polpacci o lungo l’interno cosce. Durante la gravidanza particolari vene varicose, denominate emorroidi, possono formarsi nella vagina o intorno all’ano.

Note anche con il nome di capillari, le teleangectasie sono simili alle vene varicose, ma sono più piccole. In genere sono rosse o blu e sono più prossime alla superficie della pelle rispetto alle vene varicose.

Possono apparire come delle ramificazioni o come delle ragnatele con le loro sottili linee seghettate. Si evidenziano generalmente sulle gambe o sul viso e possono sia coprire una zona della pelle molto limitata che una molto estesa.

Varicose veins

Vene Varicose: Come si manifesta

I segni ed i sintomi delle vene varicose includono:

  • Grosse vene visibili sulla pelle,
  • Un leggero gonfiore delle caviglie e dei piedi,
  • Gambe doloranti o ‘pesanti’,
  • Dolori o crampi alle gambe,
  • Pruriti alle gambe, specialmente nella parte inferiore e alle caviglie. Tale sintomo è in certi casi erroneamente diagnosticato come sintomo da pelle secca.
  • Pelle scolorita nella zona intorno alle vene varicose.

I capillari invece si formano generalmente nella parte alta del corpo, incluso il viso. Segni classici sono le vene blu e rosse raggruppate a come una ragnatela, che si manifestano sulle gambe e sul viso.
Consultare il dottore se sono presenti questi segni e sintomi, perchè potrebbero essere altresì indice di ulteriori ed in certi casi più gravi disturbi.

Vene Varicose: Therapia

E’ necessario parlare con il proprio medico per valutare quali siano le migliori opzioni di trattamento per le proprie condizioni fisiche ed il proprio stile di vita, perchè non tutti i casi di vene varicose sono uguali.

Ecco una breve descrizione delle possibili terapie:

Scleroterapia: Questo è il trattamento più comune sia per le vene varicose che per i capillari. Il dottore inietta una soluzione endovenosa che porta le vene a gonfiarsi, a farsi forza a vicenda e ad occludersi. Ciò arresta il flusso del sangue e la vena si trasforma in tessuto cicatriziale. In poche settimane la vena dovrebbe svanire. Può essere necessario che lo stesso vaso sanguigno venga trattato più di una volta.

Chirurgia Laser: vengono trasmessi lampi di luce molto forti sulla vena, questo si traduce in un progressivo indebolimento del vaso sanguigno che ne decreta la scomparsa. I laser sono molto diretti e precisi, se controllato da un medico esperto verrà danneggiata soltanto l’area che è stata trattata. La maggior parte dei tipi di pelle e delle carnagioni può essere trattata in modo sicuro con questo approccio. 

Tecniche Endovenose (radiofrequenza e laser): usati per trattare le vene varicose delle gambe che si trovano ad una maggiore profondità (le safene),hanno sostituito la chirurgia per la stragrande maggioranza dei pazienti che presentano gravi problemi alle vene varicose. Questa tecnica non è molto invasiva e può essere fatta anche ambulatorialmente: il medico inserisce nella vena un tubo molto piccolo denominato catetere, una volta dentro questo emette una radiofrequenza o energia laser che restringe e chiude la parete venosa, mentre le vene sane che si trovano intorno a quella trattata ripristinano il normale flusso del sangue. Quando ciò accade i sintomi da vene varicose migliorano.

Chirurgia: è usata soprattutto per trattare le vene varicose estremamente ingrossate. I tipi di intervento chirurgico per le vene varicose includono:

  • Legatura chirurgica e Stripping: Con questo trattamento le vene che presentano problemi vengono occluse e completamente rimosse dalla gamba.
  • Flebectomia Ambulatoriale:  Con questo intervento una speciale fonte di luce indica la posizione della vena, vengono realizzati dei piccoli tagli nella pelle e attraverso dei ganci chirurgici viene estrapolata la vena della gamba.
  • Chirurgia vascolare endoscopica: Con questo intervento viene utilizzata una piccola videocamera per poter guardare all’interno delle vene, successivamente le vene varicose vengono rimosse attraverso dei piccoli tagli.